ESSERE LIBERI NONOSTANTE IL CORONAVIRUS?

Essere liberi è possibile

E’ possibile essere liberi in un periodo in cui ci sono chiare restrizioni alle nostre libertà? Ovvio che la risposta è “no” di primo acchito. Ma prima di rispondere d’impulso è saggio approfondire ciò che noi intendiamo con “libertà”. Iniziamo a chiederci se la libertà, tanto apprezzata e tanto decantata, è solo oggettiva o piuttosto soggettiva? Cioè un modo di sentirsi che vale per tutti, quindi la libertà sarebbe oggettiva, o un modo di sentirsi che per ognuno è diverso. Quindi soggettiva.

Quanto è importante essere liberi?

essere-liberi

Siamo tutti d’accordo che innanzitutto è importante la salute, e poi nella lista dei nostri desideri ci sono l’amore, i soldi, ecc. L’essere liberi non lo nominiamo nemmeno tanto ci pare scontato. Correre liberi come cavalli che galoppano lunga la spiaggia con le criniere al vento è un’immagine che ci appassiona. Ci sentiamo tutti così. Ma non è sempre stato così nella nostra storia e non è così in qualche altra nazione.

Essere liberi oggi è garantito

L’Italia contempla nei primi 54 articoli della Costituzione le varie libertà individuali. Esse sono garantite. Fra queste un lungo elenco:

  • la libertà personale che è dichiarata inviolabile,
  • la libertà di domicilio,
  • la libertà e segretezza della corrispondenza,
  • la libertà di circolazione e soggiorno,
  • la libertà di riunione,
  • la libertà di associazione,
  • la libertà religiosa,
  • la libertà di manifestazione del pensiero,
  • la libertà di stampa,
  • la libertà di iniziativa economica e privata,
  • la libertà artistica, scientifica e di insegnamento,
  • la libertà di istruzione,

Nonostante questo nutrito elenco di libertà garantite, capita che non ci sentiamo liberi.

Siamo prigionieri

Ci sentiamo prigionieri:

  • del lavoro,
  • della routine,
  • della moglie o del marito,
  • della mancanza di tempo,
  • delle preoccupazioni,
  • della moda,
  • della mancanza di soldi,
  • del giudizio altrui,
  • della nostra disorganizzazione,
  • della nostra stanchezza,
  • delle relazioni affettive,
  • del giudizio degli altri per come siamo vestiti e pettinati,
  • perfino del nostro giudizio

ecc. ecc.

Essere liberi è ancora comunque possibile?

essere-liberi

Ci sono azioni che indubbiamente non possiamo più fare per un motivo molto sensato. Se ci priviamo di qualche libertà, preserviamo la salute nostra e degli altri. Può essere pesante non essere liberi come eravamo abituati, ma è necessario. Nella lista delle priorità al primo posto c’è infatti la salute. La libertà viene senza ombra di dubbio dopo la salute, nostra e degli altri. Ciò nonostante è un bel sacrificio per tutti noi. Tuttavia possiamo continuare a sognare di correre liberi lungo la spiaggia con la criniera al vento?

Si può essere liberi durante il Coronavirus?

essere-liberi

E’ indiscutibile che dobbiamo attenerci alle disposizioni che ci permettono di evitare il contagio con il Coronavirus. E’ purtroppo vero che godiamo di meno libertà. Ci sentiamo come un delfino che vorrebbe nuotare libero nel mare, ma invece si ritrova in una piscina stretta, troppo stretta per la sua corporatura. Come lui, noi non riusciamo a muoverci. Soffochiamo in questo spazio stretto

Essere liberi è oggettivo o soggettivo?

essere-liberi

Per rispondere dobbiamo chiederci come percepiamo la libertà. Facciamo una domanda con un esempio. Ci sentiamo sempre liberi in famiglia? Per quanto amiamo la nostra famiglia, a volte ci sentiamo anche prigionieri degli obblighi famigliari. Eppure i componenti della famiglia sono sempre gli stessi. Spesso dipende dal nostro stato mentale e emotivo! Quindi il sentirci liberi o prigionieri dipende non tanto dalla situazione oggettiva, ma piuttosto da una condizione soggettiva.

Come essere liberi nonostante il Coronavirus?

essere-liberi

E’ piuttosto semplice. Siccome la libertà dipende da come la percepiamo e cioè soggettiva, basta cambiare il nostro punto di vista. Se ci concentriamo su quello che abbiamo e non tanto su quello che non abbiamo più, noteremo che non abbiamo più oggettivamente certe libertà individuali. Guardiamo però quello che ci è rimasto. Magari scopriamo anche quello che abbiamo sempre avuto e di cui non ci siamo mai accorti o non abbiamo considerato con sufficiente attenzione. Forse scopriamo che sono proprio le piccole cose che ci danno anche più gioia e serenità di quanto pensassimo. Non sono le piccole gioie che ci fanno sentire anche liberi?

40 segreti per essere comunque liberi

Se per le restrizioni non possiamo più fare quanto eravamo soliti fare, ci rimane del vuoto. Se però lo consideriamo più attentamente non è un” vuoto”, ma maggiore tempo libero. Ora puoi finalmente fare quello che hai sognato per molto tempo. Tutte quelle attività che non hai mai avuto tempo di fare e che danno piccole gioie.

Come sentirti libero quando hai un “vuoto” di tempo

Quando hai del tempo che rimane libero perché non puoi più fare quello che facevi di solito. Ecco alcuni miei suggerimenti:

  1. Fare un pisolino
  2. Leggere un libro
  3. Fare una passeggiata
  4. Fare un bagno caldo e rilassante
  5. Togliere l’orologio e fare quello che ti viene in mente
  6. Cucinare il tuo piatto preferito
  7. Mangiare con calma
  8. Sognare guardando le nuvole
  9. Concentrarsi sul silenzio e goditelo
  10. Leggere delle barzellette
  11. Ascoltare la musica
  12. Bere una tisana
  13. Festeggiare qualcosa
  14. Guardare delle belle foto
  15. Fare ginnastica
  16. Respirare lentamente
  17. Fare una videochiamata con una persona cara
  18. Osservare il tramonto
  19. Guardare un film piacevole
  20. Visitare un museo o una città su internet

Come gestire le situazioni che ti imprigionano

In questo gruppo ti propongo come puoi modificare le tue abitudini di pensare. Questo ti porta a maggiore libertà una volta effettuato il cambiamento. Ecco alcuni suggerimenti:

  1. Accettati come sei
  2. Non curarti dei piccoli problemi
  3. Non preoccuparti di quello che accadrà
  4. Abbattere i giudizi su di te che credi degli altri
  5. Rifletti su quanto di bello hai già
  6. Pensa ai fastidi che non hai
  7. Metti in ordine i tuoi pensieri
  8. Non cercare di essere perfetto/a
  9. Perdona e libera il tuo cuore
  10. Ridimensiona le tue pretese
  11. Programma più pause nella tua settimana
  12. Rifletti sulla bellezza
  13. Prefiggiti di non controllare troppo gli eventi
  14. Cerca di semplificare
  15. Rifletti su “possedere” e “vivere”
  16. Immagina una vita più serena
  17. Elimina qualche preoccupazione
  18. Cerca di trovare soluzioni ai tuoi problemi
  19. Sfoltisci le scadenze
  20. Impara a organizzare meglio il tempo

Come essere veramente liberi in tempo di Coronavirus

essere-liberi

Le attività che ti ho suggerito sono solo alcune di quelle che puoi fare. Già se ti immergi in una di queste attività ti sentirai libero/a. Sono le tue piccole gioie. Inoltre tutte queste attività hanno in comune che sono rilassanti. Quando siamo rilassati è come se il tempo fosse dilatato e già questo ci fa sentire più liberi. Tieni presente che questi elenchi forniscono dei suggerimenti e tu puoi integrarli con la tua fantasia. Prova a sentirti davvero libero/a come un cavallo selvatico e selvaggio che corre libero dove vuole! Prova l’ebbrezza di scoprire la libertà fatta a tua misura!

Sei d’accordo con me? Quali sono le tue piccole-grandi libertà? Scrivimelo qui sotto!

2 thoughts on “ESSERE LIBERI NONOSTANTE IL CORONAVIRUS?

  1. Victoria says:

    Grazie mille per questi consigli che portano ossigeno in un momento di costrizione generale. Come chiesto ecco due delle mie piccole libertà: accendere la stufa e guardare il movimento ipnotizzante delle fiamme o suonare un brano di musica classica al pianoforte. Adesso ti devo lasciare e tornare al mio puzzle! Un bel articolo davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *